Benvenuti nel nostro sito

Benvenuti nel sito del Missionari dei Sacri Cuori del Santuario del Sacro Cuore di Gesù in Afragola, Na. Presenti dal 1907 si dedicano al servizio pastorale e missionario nella città di Afragola e in tutta la Diocesi di Napoli attraverso le missioni popolari, la catechesi e il sacramento della riconciliazione. Fondati da San Gaetano Errico (1791-1860) vivono la vita fraterna in comune e partecipano alla missione della chiesa con l'evangelizzazione e le opere di carità; continuano la missione dei primi missionari dell'amore misericordioso, andando verso ogni uomo per dirgli, con i fatti, che Dio è padre e lo ama. Nella città di Afragola, curano in particolar modo le opere caritative a favore delle famiglie disagiate del quartiere; si dedicano ai bambini con un programma di recupero scolastico e sociale offrendo una concreta e valida alternativa alla strada; accompagnano i giovani attraverso un serio programma di discernimento vocazionale, favorendo l'associazionismo e l'integrazione sociale; sostengono l'opera del movimento laicale e della consacrazione delle famiglie ai Sacri Cuori di Gesù e di Maria.

[ Per libera collaborazione inviare testi e foto a : g.poli@libero.it ]

 

                  VITA DEL SANTUARIO  2016

AVVISI n.3

Per i Ministri Straordinari :  leggi la Locandina

Benvenuta U.C.I.I.M.!  (Unione Cattolica Italiana Insegnanti Medi)

U.C.I.I.M.: sabato 1 ottobre 2016 gita alla grotta dello smeraldo a Ravello ( vedi locandina )

Tutti i mercoledì, alle ore 20.30, incontro di preghiera del Rinnovamento dello Spirito.                                                   Una riflessione per il Gruppo di Rinnovamento

Programma-proposte settembre 2016 - gennaio 2017

Adorazione Eucaristica Comunitaria del 22/09 ore 21

Preghiera di benedizione della mensa

Foto di Andrea Giovenale sulla Peregrinatio del Sacro Cuore (giugno 2016)

 

PhotoGallery del Pellegrinaggio 27 luglio - 2 agosto : In viaggio e visita guidata a Vienna (Austria) - Nei giardini della reggia un inaspettato incontro: https://youtu.be/XMUI9hVtufE  - In attesa dell'incontro con Papa Francesco :

https://youtu.be/LxY5A9doJt4 - Olomouc (Repubblica Ceca): la colonna della Santissima Trinità  Cracovia (Polonia)  -  Campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau  (Polonia) -  Bratislava (Slovacchia) - Udine_Padova -                                                                                                                                                                                         

Settimana del ragazzo 2016

Sagra della Gioia - 25 giugno 2016 - vedi servizio fotografico

Peregrinatio del Sacro Cuore : vedi servizio fotografico : lunedì 6 giugno - martedì 7 giugno - mercoledì 8 giugno -       giovedì 9 giugno - venerdì 10 giugno - rientro nel Santuario

S. Messa presieduta dal Card. Crescenzio Sepe : vedi servizio fotografico

S. Messa presieduta da Mons. Angelo Spinillo: vedi servizio fotografico

Adorazione Eucaristica all'aperto: vedi foto

Triduo al Sacro Cuore: leggi le riflessioni di p. Raffaele

Festa del Cuore di Gesù : vedi locandina Triduo - vedi locandina Peregrinatio

Settimana del ragazzo: invito e riflessioni

Mese Mariano: riflessioni sulle Opere di Misericordia

Rosario del Sacro Cuore di Gesù

La Parola del giorno

Domenica  25 Settembre  2016 - XXVI  Settimana del Tempo Ordinario- (Anno C) -

Dal Vangelo di Luca
Lc 16,19-31
Nella vita, tu hai ricevuto i tuoi beni, e Lazzaro i suoi mali; ma ora lui è consolato, tu invece sei in mezzo ai torment
In  quel tempo, Gesù disse ai farisei:
«C’era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e di lino finissimo, e ogni giorno si dava a lauti banchetti. Un povero, di nome Lazzaro, stava alla sua porta, coperto di piaghe, bramoso di sfamarsi con quello che cadeva dalla tavola del ricco; ma erano i cani che venivano a leccare le sue piaghe.
Un giorno il povero morì e fu portato dagli angeli accanto ad Abramo. Morì anche il ricco e fu sepolto. Stando negli inferi fra i tormenti, alzò gli occhi e vide di lontano Abramo, e Lazzaro accanto a lui. Allora gridando disse: “Padre Abramo, abbi pietà di me e manda Lazzaro a intingere nell’acqua la punta del dito e a bagnarmi la lingua, perché soffro terribilmente in questa fiamma”.
Ma Abramo rispose: “Figlio, ricòrdati che, nella vita, tu hai ricevuto i tuoi beni, e Lazzaro i suoi mali; ma ora in questo modo lui è consolato, tu invece sei in mezzo ai tormenti. Per di più, tra noi e voi è stato fissato un grande abisso: coloro che di qui vogliono passare da voi, non possono, né di lì possono giungere fino a noi”.
E quello replicò: “Allora, padre, ti prego di mandare Lazzaro a casa di mio padre, perché ho cinque fratelli. Li ammonisca severamente, perché non vengano anch’essi in questo luogo di tormento”. Ma Abramo rispose: “Hanno Mosè e i Profeti; ascoltino loro”. E lui replicò: “No, padre Abramo, ma se dai morti qualcuno andrà da loro, si convertiranno”. Abramo rispose: “Se non ascoltano Mosè e i Profeti, non saranno persuasi neanche se uno risorgesse dai morti”».

Riflessione

Con questa parabola Gesù ci richiama l’irreparabile eternità delle pene dell’inferno. È un discorso duro, ma viene dalle labbra di Gesù. Il ricco Epulone, che durante la vita terrena non ha praticato la carità, soffre irrimediabilmente nell’oltrevita. Egli, come i suoi fratelli, conosceva la legge e le profezie che specificano i modi della giustizia divina: forse riteneva che per lui si sarebbe fatta un’eccezione, e invece tutto si compie alla lettera. Siamo avvertiti anche noi: non possiamo edulcorare la legge di Cristo, affidarci a una “misericordia” che non trovi corrispettivo nella nostra carità. Finché siamo quaggiù abbiamo tempo per compiere il bene, e in tal modo guadagnarci la felicità eterna: poi sarà troppo tardi. Gesù dà un senso anche alle sofferenze di Lazzaro: le ingiustizie terrene saranno largamente compensate nell’altra vita, l’unica che conta. Abbiamo il dovere di far conoscere a tutti, cominciando dalle persone che amiamo, la logica della giustizia divina: e questa è la forma più squisita della carità.

[Per le altre letture consulta il sito: http://www.lachiesa.it]  

Sito iscritto a www.siticattolici.it
Consulta anche www.parrocchiasanmarcoafragola.it